home News Pesca in apnea: ecco cosa chiede la fipsas

Pesca in apnea: ecco cosa chiede la fipsas

La fipsas chiede di rivedere le norme per la pesca in apnea (la tecnica di pesca più bistrattata soprattutto sotto il profilo sanzionatorio).

Il 2016, per l’attività della FIPSAS, sempre più in prima linea verso le problematiche del settore sportivo-ricreativo della pesca, è iniziato nel segno della responsabilità, dell’impegno per cambiare e innovare e, soprattutto, della maggiore attenzione nei riguardi della politica. Un anno ricco di impegni e che, in ambito federale, si auspica venga anche scandito dal raggiungimento di importanti risultati in campo normativo nazionale e europeo.

pesca apnea)Si è detto e scritto più volte della rilevante attività di Lobby in sede parlamentare della nostra Federazione in questo Quadriennio. Questo dinamismo, principale punto del programma presidenziale, non è rimasto solo sulla carta, poiché si è tradotto in una straordinaria attività dal punto di vista sia quantitativo sia qualitativo. Lo dimostrano i vari incontri con gruppi politici, i numerosi emendamenti presentati alle proposte di legge di iniziativa dei nostri parlamentari o presentati dal Governo, per migliorare alcuni provvedimenti, al centro del dibattito e delle polemiche al nostro interno, interessanti la pesca sportiva (ad es.: Contrasto al Bracconaggio in Acque Interne, Interventi per il Settore Ittico, ecc…).

Un ultimo esempio, ma non per importanza, di questo contributo è stato dato, per restare alle ultime ore di oggi, nell’aver proposto, inviandoli a membri amici della Commissione Agricoltura, l’inserimento di emendamenti nel Collegato Agricoltura, in discussione in Commissione alla Camera dei Deputati, per correggere l’annosa quanto esecrabile svista normativa perpetrata nei confronti della pesca in apnea. Bistrattata in maniera maggiore di altre tecniche di pesca in mare, anche sotto il profilo sanzionatorio, la pesca in apnea è sempre stata considerata, a torto, tra quelle meno sostenibili, e pesantemente sanzionata in termini di multe, spesso sproporzionate in merito alla violazione.

La Federazione nell’intento di correggere e di invertire questa tendenza, ha presentato dei correttivi al d.legislativo 9 Gennaio 2012 N. 4 in materia di violazioni e riduzione dell’importo delle sanzioni per gli appassionati di questa disciplina di pesca in immersione.

Riaffermando con questo, peraltro, la centralità del ruolo della FIPSAS in questioni di politica della pesca e di tutela del settore pesca in generale, sia essa sportiva che ricreativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *