home News Facebook contro il bracconaggio. Reti e pesci ritrovate nell’Adda

Facebook contro il bracconaggio. Reti e pesci ritrovate nell’Adda

Le foto del ritrovamento postate su Facebook. Ecco come il passaparola può essere un deterrente al bracconaggio.

Un utente di Facebook Michele Filippi e la Pagina dell’Asd Orobica Spinning team hanno condiviso le immagini del ritrovamento di reti pescanti con prede già catturate. Un tentativo di bracconaggio sventato da pescatori sportivi che non può far che bene alle nostre acque e ai suoi abitanti. I pescatori hanno infatti segnalato la presenza delle reti alla Guardia Forestale che prontamente e’ intervenuta. Dalle reti sono stati liberati 7 lucci, diverse tinche oltre che barbi e cavedani. Il ritrovamento delle reti e’ avvenuto tra Olginate e Brivio.
Ecco cosa scrive Michele a contorno delle immagini postate: Preghiamo chiunque abiti in zona o sia solito battere lo spot  di tenere controllate sia eventuali stranezze in acqua  quali cavi, picchetti o lacci sugli alberi sia eventuali strane attività di barche nelle ore notturne, avvisando immediatamente il Corpo di polizia provinciale di Lecco. Non lasciamo che questa gente distrugga anche questo tratto di fiume spettacolare! Siamo noi pescatori i primi protettori dell’ambiente che amiamo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *